LA NOSTRA STORIA

IMAGINALIS: RAPIDA ASCESA DA START-UP INNOVATIVA AD AZIENDA DI SUCCESSO NEL CAMPO DELLA DIAGNOSTICA VETERINARIA

Imaginalis è un’azienda italiana nata come start-up innovativa a Calenzano il 24 maggio del 2013 dalla visione del Dr. Damiano Fortuna e dalla sua aspirazione di innovare e creare tecnologie biomediche e robotiche per la diagnostica per immagini mininvasive, automatizzate e semplici da utilizzare a costi il più possibile ridotti, per soddisfare le esigenze degli specialisti del settore medico veterinario aiutandoli ad alleviare la sofferenza dei loro pazienti animali.

Originatasi come naturale evoluzione di un’Associazione Temporanea di Scopo (ATS) fondata per realizzare il progetto di ricerca MILORDS, cofinanziato dalla Regione Toscana e da una partneriato fra le aziende El.En. SpA, MSA srl Software House, Scienza Machinale srl, Nuova Meccanica srl e Florentia Mechanica, l’azienda si è rapidamente evoluta grazie anche all’importante coinvolgimento di enti di ricerca come Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, CNR-IFAC e UNIPI e delle imprese Ars srl, Menci Software srl e Nuova Meccanica srl. Tutti i partner di progetto avevano competenze complementari nella meccatronica e nella optoelettronica e condividevano gli ideali e la forte vocazione alla ricerca scientifica e alle innovazioni di processo e di prodotto del fondatore dell’azienda. L’obiettivo era sviluppare e realizzare un dispositivo di imaging (CBCT) come sistema di guida per un braccio robotico antropomorfo montato sulla TAC. L’integrazione meccanica e funzionale dei due dispositivi, TAC + braccio robotico, rappresentava il carattere di novità e offriva alte possibilità di successo in termini di precisione.

Nel 2014, il 100% di Imaginalis è stato rilevato dalla società statunitense Epica International, una holding con sede a San Clemente, in California, a cui fanno capo diverse aziende leader nella diagnostica per immagini e nella robotica per la medicina veterinaria, umana e numerosi settori industriali. Epica International favorisce la collaborazione fra le sue imprese al fine di realizzare un ampio assortimento di prodotti tecnologicamente avanzati e competitivi, con il migliore rapporto qualità/prezzo e offrendo validi servizi di assistenza tecnica e post-vendita.

Grazie all’ingegno e alla tenacia di tutti i suoi collaboratori, Imaginalis si è rapidamente evoluta conquistando la fiducia e diventando il partner ideale di tanti veterinari assistendoli nell’esercizio della loro professione, e si è affermata nel campo della progettazione e produzione di apparecchiature per la diagnostica medica veterinaria a livello globale.

In pochissimi anni, il fatturato è triplicato, il numero di dipendenti è cresciuto da 1 a 40 e l’attività si trasferita nell’attuale sede di Sesto Fiorentino in uno stabilimento di 2.900 mq, per rispondere a un incremento della produzione. Il Dr. Damiano Fortuna, in quanto ideatore nonché responsabile del progetto Milords, ha assunto il ruolo di guida diventando ilCEO dell’azienda Imaginalis e Presidente di Epica International.

Imaginalis ha progettato e produce Vimago e Pegaso, due macchinari basati su una tecnologia estremamente sofisticata e capaci di acquisire immagini tomografiche (2D/3D), con tecnologia a raggi X, per i quali ha ottenuto la FTO (Freedom to Operate).

I due dispositivi sono utilizzati in tutto il mondo e sono adatti all’impiego in ambulatori grandi, piccoli e a domicilio, per animali di tutte le taglie.

Sono coadiuvati dai migliori esperti del settore e sono pensati per soddisfare le esigenze di tutti i veterinari.

In soli sette anni di attività, l’azienda ha ottenuto la concessione di 26 brevetti e, grazie all’impegno di tutti i suoi dipendenti, la maggior parte dei quali laureati in Ingegneria Biomedicale, Meccanica, Elettronica e Aerospaziale, continua a essere in costante evoluzione.

L’azienda investe il 20% del fatturato in ricerca e sviluppo perché il fulcro della sua filosofia è da sempre l’innovazione.

Si può dire con certezza che la storia di Imaginalis è una storia di passione, di affetto profondo per gli animali e di dedizione alla professione di medico veterinario del suo fondatore.