IMAGINALIS: DA START-UP INNOVATIVA AD AZIENDA DI SUCCESSO

Imaginalis è nata come start-up innovativa il 24 maggio del 2013 a Calenzano (Firenze) con l’obiettivo di sviluppare tecnologie d’avanguardia nella diagnostica medica, dall’innata attitudine alla radiologia interventistica umana e veterinaria.

Imaginalis nasce come naturale evoluzione di un’associazione temporanea di scopo (ATS) nell’ambito di un progetto di rete, MILORDS, cofinanziato dalla Regione Toscana. Il progetto, nel 2011, aggregava un partenariato misto, capitanato da El.En. SpA che comprendeva aziende del cluster opto-meccatronico toscano, nonché prestigiosi enti di

ricerca come la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, il CNR-IFAC di Sesto Fiorentino, l’UNIPI e l’UNIFI. I partner di progetto, portatori di competenze complementari nella meccatronica e optoelettronica, condividevano la forte vocazione alla ricerca scientifica finalizzata al trasferimento tecnologico, nonché alle innovazioni di processo e di prodotto.

L’obiettivo era sviluppare e realizzare un dispositivo di imaging (flat panel CT) che agisse come sistema di guida per un braccio robotico antropomorfo, a bordo TAC, finalizzato alla chirurgia mininvasiva laser. La duplice integrazione, meccanica e funzionale dei due dispositivi – TAC/braccio robotico, era infatti capace di garantire la più alta precisione dell’atto chirurgico stesso.

Imaginalis, in quanto capital intesive company ad elevato contenuto tecnologico, ha fin da subito percepito la necessità sia di dotarsi di un’adeguata capitalizzazione, sia di aprirsi una via commerciale al principale mercato mondiale, quello statunitense. In quest’ottica, nello stesso anno, il gruppo dirigente di Imaginalis insieme ai colleghi italiani di Scienzia e Fabrica Machinale (https://www.roboticom.it/it/), nonché americani hanno fondato, in California, Epica International Inc. (https://www.epicainternational.com/) finalizzata prevalentemente al fundraising in virtù di una solida e proficua partnership con Facilitated Growth (https://www.facilitatedgrowth.com). Infatti, grazie al collocamento di obbligazioni private, nel tempo sono stati raccolti i capitali necessari allo sviluppo non solo di Imaginalis srl ma anche delle altre aziende del gruppo, italiane e americane. Oggi Imaginalis è detenuta al 100% da Epica International Inc.

La contemporanea presenza in Epica delle aziende pisane esperte di robotica, Scienzia Machinale e Fabrica Machinale ha permesso ad Imaginalis di focalizzare le proprie attenzioni nello sviluppo e nel consolidamento della tecnologia flat panel CT, cuore tecnologico dello scanner TAC 3D isovolumetrico.

Grazie all’intraprendenza, alle competenze e alle intuizioni del team di Imaginalis, nonché alla bravura commerciale della consorella americana, Epica Medical Innovation – Animal Health Division, l’azienda si è rapidamente evoluta conquistando la fiducia dei clienti e diventando così il partner ideale di tanti veterinari nel mondo. Ad oggi Epica/Imaginalis ha un installato che supera le 300 unità nel mondo.

In pochissimi anni, il fatturato è lievitato, così come il numero di dipendenti di cui il 60% ha almeno una laurea magistrale.

Nel 2016 l’attività si è trasferita nell’attuale sede di Sesto Fiorentino, passando dai circa 800 mq della sede di Calenzano ai circa 3.000 mq dell’attuale sede. Questo investimento si è reso necessario per ottemperare agli stringenti standard di qualità nonché alle esigenze produttive.

Nel marzo 2020 Imaginalis si è certificata ISO 13485, acquisendo quindi l’autorizzazione allo sviluppo, produzione e commercializzazione di dispositivi medicali.

In soli sette anni di attività, l’azienda ha ottenuto la concessione di più di 30 brevetti internazionali e due freedom to operate (FTO).

Come azienda tecnologica innovativa Imaginalis investe più del 20% del fatturato in R&D, certa che la continua evoluzione del proprio know-how rappresenti il miglior vantaggio competitivo.

Nello specifico, ad oggi, Imaginalis progetta, produce e commercializza scanner per tomografia assiale computerizzata (TAC flat panel) per la diagnostica veterinaria. Recentemente ha sviluppato anche un innovativo scanner umano, destinato a diventare un game changer specialmente nelle applicazioni ortopediche.

In ambito veterinario Imaginalis commercializza due famiglie di prodotti, una per i piccoli animali “Vimago” ed una per i cavalli “Pegaso”.

Vimago è una piattaforma multimodale “tre in uno”; infatti, lo stesso scanner esegue: CT3D/MPR, Fluoroscopia e Radiologia Digitale diretta. Si tratta di scanner mobili, alimentati a 220V (Vimago), 32 Amp. e che non richiedono ambienti climatizzati. Sono estremamente facili da installare, semplici nell’utilizzo sia del software che dell’hardware con un’attenzione particolare all’ergonomia, che è stata appositamente studiata per l’uso veterinario.

Pegaso ha sia la Fluoroscopia che la TAC 3D integrate. Ha un sistema di compensazione del movimento che permette la scansione di testa e collo, fino a C7-T1, con il cavallo in piedi. Con il cavallo in anestesia è possibile scansionare fino alla grassella (stifle) ed al gomito (elbow). Anche Pegaso è un dispositivo mobile.

SeeFactor è invece la nuova famiglia di scanner umani. Al momento abbiamo certificato una prima versione e stiamo certificando altre due configurazioni di cui il “SeeFactor aBordo”, sarà destinata alle unità diagnostiche mobili, tipo ambulanza, particolarmente indicate per le aree di crisi.

In conclusione, si può affermare con assoluta certezza che la storia di Imaginalis sia una storia di passione, dedizione al lavoro con spirito di servizio e abnegazione totali, dove la disponibilità a “buttare il cuore oltre l’ostacolo” è un must della cultura aziendale che accomuna un team coeso, competente e appassionato, capace di realizzare sogni apparentemente impossibili.